A.T. Fomenko, G.V. Nosovsky
Et-ruschi: il mistero che nessuno vuole svelare

5o libro della serie di "Small Row"
2010
"Gli etruschi, che sempre si distinsero per vigore,
conquistarono vasti territori e fondarono numerose città.
Crearono una potente flotta
Rimanendo per lungo tempo i padroni dei mari…
Perfezionarono l'arte della guerra…
Inventarono la scrittura, studiarono solertemente la teologia,
Erano padroni della scienza dell'astronomia.
Per questo, ancora oggi, destano stupore…"

Diodoro Siculo. XIV, 113.
Cit. in [10], quarta di copertina

INDICE

Prefazione

Capitolo 1.  Da chi e quando furono decifrate le iscrizioni etrusche

1.1. Fadey Volansky e Egor Ivanovich Klassen

1.2. Aleksandr Dmitrevich Chertkov e Sebastiano Ciampi

1.3. Perché nonostante l’evidenza Ciampi, Chertkov e Volansky non riuscirono ad affermare la propria teoria?

Capitolo 2. Chi erano gli etruschi?

2.1. Potenti, leggendari, per alcuni «misteriosi» etruschi

2.2. Gli etruschi e l'etruscologia

2.3. Lotta per la supremazia fra Firenze e Roma

2.4. Due teorie sulla provenienza degli etruschi: da est o da nord

                        2.4.1. Teoria orientale

                        2.4.2. Teoria settentrionale

2.5. Come gli etruschi chiamavano il loro popolo

2.6. Ipotesi sull'etimologia della denominazione «etruschi»

2.7. I Tarquinii, etruschi imperatori di Roma

2.8. La diatriba fra Firenze e Roma alla luce della Nuova Cronologia

2.9. Perchè gli scaligeri hanno collocato l'Antica Roma proprio in Italia (sulla carta)

2.10. Quando venne fusa la famosa Lupa capitolina

2.11. Gli et-ruschi nella Bibbia

2.12. Religione e libro sacro degli etruschi


Capitolo 3. Il mistero delle iscrizioni et-rusche

3.1. Quali iscrizioni vengono considerate et-rusche

3.2. L'alfabeto et-rusco

3.3. Come si leggono le iscrizioni et-rusche secondo Volansky       

3.4. Gli esempi riportati da Volansky

                        3.4.1. Il monumento funebre vicino a Greccio

                                3.4.2. Ragazzo con l'oca

                        3.4.3. Ragazzo con l'uccellino

                        3.4.4. Cammeo bifrontale

                        3.4.5. Il tacito divieto di leggere le iscrizioni et-rusche in slavo

                        3.4.6. Punto di vista sulla storia russa alla luce della nuova concezione della storia et-rusca

Capitolo 4. Le tracce slave nell'archeologia

     4.1. L'archeologia slava in Europa e Asia

     4.2. La presenza slava in Europa è testimoniata dalle fonti fino alla fine del XVIII sec.


Capitolo 5. Osservazioni di A.S. Khomyakov

5.1. Aleksey Stepanovich Khomyakov

5.2. Khomyakov e la distorsione della storia da parte degli autori occidentali

5.3. «Don» e «rona», antichi sostantivi slavi per indicare «fiume»

5.4. Chi erano i bulgari?

5.5. A.S. Khomyakov sulle tracce della conquista slava dell'Europa occidentale

DIDASCALIE

FONTI BIBLIOGRAFICHE

Home page (ru)
Home page (it)