Сronologia 3

testo tradotto in italiano da Claudio dell'Orda

This Italian translation of the fragments of the 3-st volume by Anatoly Fomenko was done by Claudio dell'Orda from the English edition: 
A. T. Fomenko, T. N. Fomenko, V. V. Kalashnikov, G. V. Nosovskiy
. History: " Fiction or Science?" Astronomical methods as applied to chronology. Ptolemy's Almagest. Tycho Brahe. Copernicus.
The Egyptian zodiacs.
PARTE PRIMA - LA DATAZIONE DELL'ALMAGESTO

*pdf

PARTE 1
La datazione dell'Almagesto
di A. T. Fomenko, V. V. Kalashnikov e G. V. Nosovskiy.

Introduzione

Capitolo 1: Alcune informazioni necessarie sull'astronomia e la storia dell'astronomia

Capitolo 2: L'analisi preliminare del catalogo stellare dell'Almagesto

Capitolo 3: I tentativi senza successo di datare l'Almagesto. I motivi dei fallimenti. Il nostro nuovo approccio e un breve resoconto dei nostri risultati

Capitolo 4: Chi e chi?

Capitolo 5: L'analisi degli errori sistematici dei cataloghi stellari

Capitolo 6: Le proprieta statistiche e di precisione del catalogo dell'Almagesto

Capitolo 7: La datazione del catalogo stellare dell'Almagesto. Il metodo statistico e quello geometrico

Capitolo 8: L'angolo di inclinazione tra l'eclittica e l'equatore nell'Almagesto

Capitolo 9: L'applicazione del nostro metodo per la datazione degli altri cataloghi medievali

Capitolo 10: Considerazioni aggiuntive riguardo la datazione dell'Almagesto. Gli oscuramenti stellari e le eclissi lunari

Capitolo 11: Gli altri problemi e ipotesi che nascono dalla datazione del catalogo dell'Almagesto

 Immagini antiche, interessanti dal punto di vista della Nuova Cronologia

 

PARTE 2
Gli Zodiaci Egizi
di A. T. Fomenko, T. N. Fomenko, G. V. Nosovskiy

Capitolo 12: Gli Zodiaci Egizi

Capitolo 13: Le precedenti datazioni astronomiche degli Zodiaci Egizi

Capitolo 14: Il nuovo approccio alla decifrazione degli Zodiaci Egizi

 

 


 

*html

Volume 1

Introduzione

 

CAPITOLO 1
Alcune informazioni necessarie sull’astronomia e la storia dell’astronomia

1. L’eclittica. L’equatore. La precessione.

2. Le coordinate dell’equatore e dell’eclittica

3. Il metodo di misura delle coordinate eclittiche ed equatoriali

4. La moderna sfera celeste

5. Il calcolo “inverso” della posizione degli oggetti sulla sfera celeste. La formula di Newcomb-Kinoshita

5.1. Le formule necessarie.

5.2. L'algoritmo per calcolare le posizioni passate delle stelle

6. L'Astrometria. Gli antichi strumenti del XV-XVII secolo per le misurazioni astronomiche

 

CAPITOLO 2
L’analisi preliminare del catalogo stellare dell’Almagesto

1. La struttura del catalogo

2. L’analisi della distribuzione delle stelle ben identificabili e di quelle scarsamente identificabili nell’Almagesto

3. Le sette regioni dell'atlante stellare dell'Almagesto differiscono significativamente l'una dall'altra per mezzo del numero delle stelle ben identificabili.

4. La possibile distorsione delle coordinate stellari risultante dalla rifrazione atmosferica.

5. L’analisi della distribuzione delle informata nel catalogo dell’Almagesto.

6. L’analisi delle versioni delle coordinate come specificate nei differenti manoscritti del catalogo dell’Almagesto.
Il confronto dei 26 manoscritti principali con la versione canonica del catalogo.

7. Le versioni della densità come la densità delle osservazioni stellari indipendenti.

8. In riferimento all’affidabilità delle misurazioni latitudinali e longitudinali contenute nell’Almagesto.

8.1. Secondo Robert Newton, le longitudini dell’Almagesto vennero ricalcolate da qualcuno; tuttavia questo sospetto non nasce fintanto che sono coinvolte le rispettive latitudini.

8.2. Gli esempi i quali dimostrano che la datazione del catalogo stellare attraverso la precessione longitudinale spesso porta a grandi errori. I cataloghi medioevali cataloghi sono soggetti a essere erroneamente datati a un'epoca antidiluviana.

9. La dubbia natura dell'opinione  tradizionale secondo la quale il testo di Tolomeo implica l’esecuzioni di vere “osservazioni”, così come la sua “partecipazione personale” alle misurazioni e alle osservazioni astrali descritte nell’Almagesto.

10. Quale punto dell’eclittica utilizzò Tolomeo come riferimento longitudinale?

11. La sinusoide di Peter nelle latitudini dell’Almagesto

 

CAPITOLO 3
I tentativi senza successo di datare l’Almagesto. I motivi dei fallimenti. Il nostro nuovo approccio e un breve resoconto dei nostri risultati.

 

1. Il tentativo di datare l’Almagesto attraverso il confronto con i cataloghi calcolati che riflettono il moto delle stelle più veloci.

1.1. Il confronto tra il catalogo dell’Almagesto e i cataloghi calcolati.

1.2. Il tentativo di datare il catalogo dell’Almagesto con i moti propri delle singole stelle.

1.3. Perché la datazione dell’Almagesto attraverso i moti delle singole stelle ci ha dato dei risultati non affidabili?

2. Il tentativo di datare il catalogo dell’Almagesto attraverso un aggregato di stelle veloci e denominate, messe a confronto con i cataloghi calcolati.

2.1. Il criterio è quello di attenersi alla scelta delle stelle per scopi di datazione.

2.2. Il sistema del “intervallo di prossimità” applicato a certe stelle veloci o con nome.

2.3. E’ impossibile datare l’Almagesto con il metodo che suggerisce di utilizzare le distanze d'arco delle singole stelle.

2.4. E’ impossibile datare l’Almagesto con il metodo che suggerisce di basarsi sulle discrepanze latitudinali delle singole stelle.

3. Il tentativo di datare il catalogo dell’Almagesto attraverso il moto delle stelle individuali rispetto agli oggetti nelle loro immediate vicinanze.

3.1. La geometria variabile delle configurazioni stellari che si vedono sullo sfondo delle “stelle immobili”.

3.2. Le stelle scelte per l’esperimento.

3.3. Il comportamento delle discrepanze singole e la discrepanza media.

3.4. Il risultato negativo dell’esperimento.

4. L’analisi dei numerosi sforzi sbagliati riguardo la datazione dell’Almagesto attraverso i moti propri delle stelle.

4.1. Molti errori non sono stati prodotti da fenomeni astronomici, ma derivano dall’errata applicazione dei metodi forniti dalla matematica statistica.

4.2. Nelle opere di Y. N. Yefremov, i dati riguardanti la datazione dell’Almagesto sono stati ritoccati in modo che si adattassero al risultato desiderato.

4.3. Il circolo vizioso nelle datazioni dell’Almagesto per mezzo del moto della stella o2 Eri.

4.4. Gli errori di Y. N. Yefremov nella stima di precisione della datazione dell’Almagesto per mezzo di Arturo.

4.5. La stima di precisione errata dei calcoli astronomici: un altro esempio.

4.6. La “analisi secondaria” della datazione dell’Almagesto nella rivista Samoobrazovaniye (Autodidattica).

5. Conclusioni e indicazioni per ulteriori studi. Il nostro approccio e una breve sinossi dei nostri risultati principali.

5.1. I tre problemi con cui ci si deve confrontare: l'identificazione delle stelle dell'Almagesto, la definizione della natura dei possibili errori e l'analisi della precisione del catalogo.

5.2. L’identificazione delle stelle dell’Almagesto.

5.3. I vari tipi di errori nel catalogo.

5.4. La scoperta dell'errore sistematico nel catalogo dell’Almagesto. La sua compensazione conferma la correttezza del catalogo di precisione dichiarato.

5.5. La compensazione degli errori sistematici rilevati nel catalogo ci dà l'occasione di datarlo.

5.6. La datazione del catalogo dell’Almagesto per mezzo del moto delle sue otto stelle principali, dopo la rettifica dell'errore nel catalogo rilevato statisticamente.

5.7. La datazione del catalogo dell’Almagesto dal moto delle sue otto stelle principali con nome, con l’aiuto di un metodo geometrico indipendente.

 

CAPITOLO 4

Chi è chi?

1. Osservazioni preliminari.

2. La ricerca formale delle stelle veloci nel catalogo dell’Almagesto.

2.1. Il metodo di identificazione delle stelle.

2.2. Il risultato dell'identificazione delle stelle “moderne” con le loro controparti nel catalogo dell’Almagesto.

2.3. Corollari.

3. La ricerca di tutte le stelle veloci identificabili con certezza nel catalogo dell’Almagesto.

 

 

 

 

 

Home
La Home en italiano